Gli occhi per un fotografo sono tutto e in questi giorni sono divenuti protagonisti.
Ci stiamo abituando a relazionarci con gli occhi del prossimo, sono loro ad esprimere quello che è invisibile perchè celato dietro ad una mascherina.
Per noi del mestiere cogliere l’invisibile e rappresentarlo da sempre rappresenta una sfida.
Sappiamo benissimo che gli occhi sono lo specchio dell’anima e che l’amore lo si guarda con gli occhi dell’anima.
Le nostre pupille possono emanare sguardi di tenerezza, tristezza e gioia e solo più attenti saranno in grado di cogliere quei messaggi.
Gli occhi non fanno più parte del volto ma diventano il volto stesso, basta saperli leggere e interpretare, loro comunicano senza far rumore.
Capita sempre più spesso che incrociando gli occhi degli altri si veda più lontano, nel passato e nel presente, a volte anche nel futuro.
Occhi fermi di chi è concentrato.
Occhi vivaci e allegri di chi, come i bambini, è ancora capace di sognare.
Occhi smarriti e lucidi di chi ha paura.
Noi che fotografiamo ben sappiamo quanto gli occhi possano essere testimoni e portatori di verità, ben più delle labbra.
Occhi chiusi, che continuano a credere nei sogni e occhi che fanno sognare.
Occhi belli come stelle.
Come quando ci si innamora a prima vista, spesso è l’amore perfetto di una vita intera.
Cogliere l’attimo con uno sguardo, realizzare il click perfetto, catturare la luce e le emozioni, non vedo l’ora di rincominciare.